Audit di marketing cos’è (e come eseguirlo)

Un audit di marketing è l’analisi completa e sistematica dell’impresa, sia interna che esterna. Serve ad indentificare gli obiettivi e definire le strategie ed i valori dell’impresa al fine di identificare eventuali problemi o aree di opportunità e consigliare una linea d’azione che meglio si adatti alle esigenze economiche dell’impresa.

L’audit di marketing è il primo step della consulenza marketing

Se non ti è chiaro perché un audit di marketing sia necessario per qualsiasi Impresa, Associazione ed anche libero professionista, detto in modo sintetico un audit di marketing è uno strumento incredibilmente utile che gli imprenditori possono utilizzare per comprendere appieno l’attuale ecosistema di marketing a loro disposizione, formulare una strategia di marketing distinta e risolvere eventuali problemi di fondo che potrebbero essere rivelati attraverso il processo di audit. Quindi una consulenza marketing è utile non solo per generare nuovi profitti ma anche per prevenire eventuali perdite. 

Un audit di marketing fornisce all’imprenditore uno sguardo approfondito alla situazione di mercato dell’azienda, che consente loro di valutare le prestazioni, il budget e le risorse disponibili perle attività commerciali e di marketing in generale. Un audit di marketing ben condotto evidenzierà tutte le aree che stanno andando bene, così come quelle che non sono all’altezza. In definitiva, un audit di marketing consente ai responsabili delle decisioni all’interno di un’organizzazione di prendere decisioni importanti sulla base di fatti, analisi e dati che supporteranno gli obiettivi generali dell’azienda.

Chi è responsabile della conduzione di un audit di marketing?

In genere, è meglio che un audit di marketing sia condotto da una terza parte, quindi da una persona esterna all’impresa, ciò elimina qualsiasi pregiudizio intrinseco e spesso si traduce nell’analisi più costruttiva della situazione di mercato.

Componenti di un audit di marketing di successo

  • L’audit deve essere completo. Un audit dovrebbe coprire tutte le aree dell’impresa, non solo le aree in cui un problema è già percepito o le aree in cui il team sa di eccellere o vuole investire. Un audit olistico è il modo migliore per identificare le opportunità e può evidenziare punti di forza precedentemente sconosciuti.
  • L’audit deve essere sistematico. L’ordine e l’efficienza sono elementi chiave per un audit di marketing di successo. Per garantire che l’audit non presenti lacune, è necessario tenere conto di ogni singolo ambiente, principio, strategia e operazione nell’impresa.
  • L’audit deve essere regolare e ricorrente. Alcune aziende effettuano un audit solo quando le cose vanno terribilmente male, ma come tutti sappiamo, un grammo di prevenzione vale un chilo di cura. Lo svolgimento di audit di marketing periodici consente al tuo team di scoprire i problemi in anticipo e risolverli.

Cosa prevede un nostro audit di marketing?


Passaggio 1: descrivi tutti gli obiettivi e gli obiettivi di marketing 

I tuoi obiettivi di marketing dovrebbero essere completi e ben congegnati. Gli obiettivi di marketing dovrebbero essere SMART e allinearsi agli obiettivi aziendali generali:

  • Specifici: gli obiettivi devono essere molto dettagliati e non riferirsi a qualcosa di generico. Cosa vogliamo fare? Come vogliamo farlo? Entro quando vogliamo portarli a termine? Chi vogliamo coinvolgere e perché dobbiamo raggiungerli? 
  • Misurabili: dovrai capire in termini quantitativi se gli obiettivi sono stati raggiunti o quanto manca al loro raggiungimento. Tanto più saranno specifici, tanto più riuscirai a misurarli.
  • Accessibili: gli obiettivi devono essere pensati in funzione di ciò che abbiamo a disposizione: capacità, risorse economiche, strumenti, ecc. Se non prendi in considerazione questi parametri, rischi di mandare tutto all’aria.
  • Realistici: è facile farsi prendere la mano e puntare a mete irraggiungibili, ma ricorda che gli obiettivi devono essere concreti e trovare riscontro nella realtà.
  • Temporizzabili: devono essere circoscritti in un determinato arco temporale.

Alcuni esempi di obiettivi di marketing chiave includono:

  • Aumentare la visibilità dell’azienda
  • Aumento della dimensione del pubblico
  • Differenziarsi dalla concorrenza
  • Aumentare o mantenere la quota di mercato
  • Generazione di contatti di vendita qualificati
  • Aumento dell’utilizzo tra i clienti esistenti

Assicurati di creare obiettivi sia a lungo termine che a breve termine. Gli obiettivi a lungo termine dovrebbero poter essere raggiunti entro i prossimi due anni ed essere elencati in ordine di priorità. Gli obiettivi a breve termine dovrebbero essere tutto ciò che può essere raggiunto entro i prossimi 12 mesi, ordinati per priorità e tenendo presente le risorse aziendali disponibili come tempo, budget e personale.

Passaggio 2: crea le tue Buyer Personas (cliente ideale)

Se non hai definito delle Buyer Personas dettagliate per il tuo attuale prodotto/servizio, cogli l’occasione per farlo.

Il tuo cliente ideale dovrebbe includere cose come:

  • Titoli o funzioni di lavoro
  • Industria
  • Posizione geografica
  • Dimensione aziendale
  • Altre descrizioni demografiche, etniche o comportamentali

Passaggio 3: identificare la concorrenza

Nomina i primi 3-5 concorrenti nel tuo settore. Prendere nota delle informazioni sulla loro attività, come il nome dell’azienda, il sito Web e l’ubicazione della sede centrale. Fai un elenco completo di tutti i loro prodotti e servizi e prendi nota di ciascuno che si sovrappone ai tuoi prodotti e servizi.

Passaggio 4: descrivi i tuoi prodotti e servizi

Assicurati di includere tutte le funzionalità, i vantaggi, i prezzi, il dimensionamento e i metodi di distribuzione per ogni prodotto e servizio che offri. Analizza come ciascuno dei tuoi prodotti o servizi si confronta con i tuoi principali concorrenti. Descrivi in dettaglio i vari punti di forza e di debolezza, nonché tutti i dati storici che potresti avere in merito alla tua quota di mercato, alla percezione del cliente e alle prestazioni complessive di ciascun articolo rispetto alla concorrenza.

Passaggio 5: traccia il tuo inventario

Crea un documento dettagliato che contenga tutte le tue attuali risorse di marketing. Compila e cataloga tutti i materiali del tuo marchio e il materiale di marketing. Inizia con una mappa del tuo sito Web e un foglio di calcolo che contiene informazioni pertinenti su ciascun elemento. Alcune cose da includere sono:

  • Nome della risorsa
  • Categoria o argomento
  • URL
  • Persona acquirente target
  • Collegamenti interrotti
  • 404 errori
  • Contenuto duplicato
  • Traffico per canale
  • Percentuale di clic
  • Sessioni
  • Visualizzazioni di pagina
  • Condivisioni per rete
  • Lunghezza del contenuto
  • Metadati
  • Tipo di contenuto
  • Posizione organica per parola chiave
  • Velocità della pagina
  • Frequenza di rimbalzo

Passaggio 6: analizzare i dati e trarre conclusioni

Una volta che hai assemblato e documentato tutti i tuoi dati, dovresti avere un quadro abbastanza chiaro della posizione della tua azienda. Identifica le aree di forza e di debolezza mentre analizzi ogni sezione del tuo audit di marketing. Tieni note dettagliate su tutto ciò che vedi che vorresti migliorare o continuare a fare bene.

Passaggio 7: crea un piano e mettilo in azione

Dopo aver analizzato i risultati del tuo audit di marketing, puoi prendere decisioni più informate su come andare avanti. Il tuo piano d’azione dovrebbe iniziare risolvendo tutti i problemi che sono stati identificati durante l’audit:

  • Affronta tutte le problematiche del tuo sito web, come collegamenti interrotti o errori 404.
  • Risolvi eventuali problemi di monitoraggio delle analisi.
  • Identificare le lacune nei contenuti esistenti.

Quindi, affronta tutte le aree che potrebbero essere una vittoria rapida per il team di marketing:

  • Identifica tutte le opportunità che sono facilmente a portata di mano, come termini di ricerca organici o link a ritroso pertinenti.
  • Ottimizza le pagine e i metadati che hanno già tassi di conversione elevati.

Proteggi il tuo marchio procedendo come segue:

  • Ottimizza e aggiorna tutti i canali di social media.
  • Reclama qualsiasi menzione del marchio richiedendo backlink.
  • Rispondi alle recensioni su Facebook, Google My Business e qualsiasi altra directory online rilevante per il tuo settore.

Pianifica il futuro:

  • Aggiorna le linee guida del tuo marchio, i messaggi e la voce.
  • Identifica le opportunità per CRO e UX per aumentare le tue metriche.
  • Ricerca eventuali opportunità di networking, pubblicazione e specifiche del settore imminenti.

Con un audit di marketing dettagliato alle spalle, sarai pronto a prendere decisioni strategiche in linea con i tuoi obiettivi di marketing e le tue esigenze aziendali.

Rispondi a queste poche domande e ricevi una analisi preliminare gratuita

Una consulenza per la tua attivita?

PRENOTA

(+39) 3332780338
info@brickbusiness.it